News / A casa con IQOS / I favolosi anni ’90 e l’inizio di un’epoca senza fumo
anni '90

I favolosi anni ’90 e l’inizio di un’epoca senza fumo

Era il 1990. Le sigarette erano pressoché l’unica modalità di consumare tabacco in tutto il mondo. Il tabacco manteneva quindi le sue caratteristiche e i suoi metodi di utilizzo tradizionali, sempre uguali, tutti uguali. Eppure, dopo gli avvenimenti rivoluzionari del 1989 (la caduta del muro di Berlino in primis), il mondo stava cambiando. Il desiderio di novità e di innovazione stava prendendo piede in tutti i settori, in modo particolare nel cinema, nella comunicazione e nell’entertainment. È proprio all’inizio degli anni ’90 che qualcuno si è posto la domanda che ha dato il via alla creazione del dispositivo che ha rivoluzionato il mondo del tabacco, ovvero IQOS: “È possibile un futuro senza fumo? È possibile smettere di fumare e allo stesso tempo continuare ad usare tabacco?”.

Gli anni ’90: quando nasce l’idea condivisa oggi da oltre 10 milioni di fumatori adulti nel mondo, di cui oltre un milione solo in Italia

10 milioni è il numero di persone che oggi utilizza IQOS, condividendone l’innovazione. 51 sono i Paesi in cui il riscaldatore di tabacco sviluppato da Philip Morris International viene commercializzato, inclusi gli Stati Uniti a seguito dell’importante decisione della Food & Drug Administration dell’estate scorsa.

Numeri importanti se si pensa che l’idea di creare questo tipo di dispositivo che ha rivoluzionato la vita di milioni di fumatori in tutto il mondo è nata solo nel 1990 e che il primo modello è stato presentato nel 1998, lo stesso anno in cui è stato lanciato Google (ndr). Da allora, IQOS non ha mai smesso di evolvere, in un dialogo continuo con i suoi utilizzatori, che ha permesso di mettere a punto una tecnologia unica e di migliorare continuamente prestazioni ed esperienza di utilizzo.

film anni 90

Si inizia con gli anni ’90. Notti magiche e cellulari

L’innovazione scatenata dall’ondata tecnologica che ha caratterizzato gli anni Novanta non risparmia niente e nessuno: i cellulari si diffondono, soprattutto in Italia, a una velocità sorprendente. Anche Internet comincia a svilupparsi e la PlayStation diventa l’oggetto del desiderio di un’intera generazione. Le persone non possono più fare a meno di cercare il nuovo e si aspettano che sia la tecnologia a darglielo. Correva l'anno 1991 quando al CERN di Ginevra il ricercatore Tim Berners-Lee definisce il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) e il 6 agosto pubblica il primo sito web della storia, presso il CERN, all'indirizzo https://web.archive.org/web/20150717103715/http://info.cern.ch/hypertext/WWW/TheProject.html.
Nasce il World Wide Web (WWW), seguito nel 1993 da Mosaic, quello che potremmo definire il nonno di Chrome.

L’innovazione coinvolge tutti i fronti della quotidianità globale. Anche la Guerra del Golfo, iniziata proprio nel 1990, viene raccontata in TV con immagini che sembrano provenire dal mondo dei videogiochi. Nello stesso anno, i Mondiali ’90 riuniscono il mondo intero davanti agli schermi e l’Italia segue l’evento sulle note di “Notti magiche”. Con la fine del decennio nasce infine il concetto di eEconomy.

sigarette anni '90

Dalle sale al salotto per riscoprire i film cult degli anni ’90

Oggi, travolti da un’epoca in cui siamo quasi “costretti” a stare a casa, perché non recuperare i migliori successi dei film anni ’90, un periodo in cui d’altra parte si pensava più ad uscire che a restare in casa?
La produzione cinematografica degli anni ’90 fa conoscere al mondo la magia della computer graphic. All’epoca metà delle sale dei cinema, infatti, sono riempite da famiglie attirate dai film della Disney, ma anche da “Jurassic Park” e “Terminator”. Nel frattempo, l’altra metà delle sale è riempita da adulti che fanno la coda per vedere “Quei bravi ragazzi”, “Le iene”, “Pulp fiction” e “Il silenzio degli innocenti”. Potremmo quasi dire che il cinema dà il suo meglio in quel periodo. E oggi che i cinema sono ancora chiusi, possiamo tornare ad apprezzare questi film che hanno fatto la storia, magari con televisori e impianti audio che ci permettono di apprezzarne ancora meglio la visione.

futuro senza fumo

Musica e tecnologia si incontrano

Seduti sul divano con il nostro IQOS, è anche il momento di riscoprire un altro grande tema degli anni ’90, la musica elettronica e dance. Sono questi i due generi che guidano l’innovazione musicale nei mitici anni Novanta. Protagonisti Radiohead, Oasis, The Cranberries, Depeche Mode e gli Aerosmith che firmano la colonna sonora di Armageddon. Se siete tra coloro che hanno vissuto quegli anni, probabilmente ora continuate ad ascoltare la loro musica quando andate a correre o quando volete dare un po’ di carica alla vostra giornata casalinga. I CD che avevate acquistato oggi non li potete (quasi) più ascoltare. Potete però chiedere al vostro assistente vocale tecnologico (come Alexa, per esempio) di selezionare i vostri brani preferiti per risentirli mentre cucinate o mentre siete immersi nella vasca da bagno, no?

innovazione tecnologica anni '90

Un decennio che è l’inizio di un secolo

Manca poco al Millennium bug. Politica, finanza, imprese e comuni cittadini si preparano al nuovo anno zero. C’è un po’ di timore per quello che rischia di essere il momento in cui tutti i dati del passato possono essere persi, ma anche ottimismo e tanta voglia di continuare a cambiare, con aspettative sulla tecnologia che non verranno deluse. Come affronterà IQOS il passaggio agli anni 2000? Quali studi si stanno portando avanti nei laboratori Philip Morris international per far evolvere la sua rivoluzione? Come procederà IQOS nel suo percorso verso l’innovazione per creare qualcosa di sorprendente e inaspettato?

To be continued...

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.
  • Italiano

Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti da utilizzare con tabacco e abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. I nostri prodotti da usare con appositi stick di tabacco non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. Gli stick di tabacco contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza. Uso riservato a soli adulti. Per maggiori informazioni visita la sezione Cosa Sapere di questo sito.