HAI DIMENTICATO LA TUA PASSWORD?


Torna al LOGIN


Torna al LOGIN
O
News / A casa con IQOS / Dal 2010 al 2020: l’innovazione tecnologica che vuole salvare all’ambiente

Dal 2010 al 2020: l’innovazione tecnologica che vuole salvare all’ambiente

Gli anni ’10 del 2000 sono gli anni dell’emergenza climatica e delle soluzioni sempre più sostenibili per contrastarla, dell’economia circolare e delle startup anti spreco. Sono gli anni che guardano al passato per tutelare il futuro. Gli stessi in cui il riscaldatore di tabacco creato da Philip Morris International lavora sempre più per la costruzione di un futuro senza fumo e raggiunge il massimo della tecnologia grazie all’HeatControl Technology.

La novità IQOS del 2020

Per IQOS, il secondo decennio del 2000 è caratterizzato da un’escalation di novità, culminate nel 2020 con un rapido ampliamento nella proposta di dispositivi a tabacco riscaldato: IQOS 3, 3 MULTI e 3 DUO.

Il primo ha portato linee più morbide e ancora più eleganti nel mondo IQOS, oltre a novità tecniche concrete come ad esempio l’apertura senza bottoni del caricatore tascabile e l’innovazione dell’holder che impiega 40 secondi in meno per ricaricarsi rispetto al 2.4 Plus.

IQOS 3 MULTI è caratterizzato da un design “tutto in uno” senza caricatore tascabile, infatti, consente di utilizzare 10 stick di tabacco con una sola ricarica.

Infine IQOS 3 DUO ha reso possibile due utilizzi consecutivi dell’holder, eliminando la necessità di ricarica tra un utilizzo e l’altro. Adesso bastano meno di due minuti all’interno del caricatore tascabile per avere l’holder pronto per l’utilizzo.

Salvare il pianeta nel secondo decennio degli anni 2000

Ma cosa succede nel secondo decennio del 2000? Alluvioni, siccità e ondate di calore spingono i Paesi del Mondo in un’unica direzione di protezione dell’ambiente. Nel 2015 i Paesi dell’ONU si programmano di raggiungere una serie di obiettivi per lo sviluppo sostenibile entro il 2030: sono i 17 Sustainable Development Goals (SDGs) che comprendono dimensione economica, sociale ed ecologica e a cui ogni paese membro dell’ONU dovrà contribuire.

Nel 2019, i giovani di 157 paesi di tutto il mondo scendono in piazza con i #FridayForFuture, le manifestazioni di protesta per richiedere azioni contro il cambiamento climatico. E tutto il Mondo sembra lottare per salvare il Pianeta.

Il ruolo degli Stati Uniti nella lotta al cambiamento climatico

Nel 2020 sono oltre 50 i paesi in cui è possibile trovare IQOS. Stati Uniti d’America compresi, dopo che nel 2019 la Food and Drug Administration ne ha autorizzato la vendita.

E sono proprio gli Stati Uniti che, dopo essersi riconosciuti come uno dei Paesi leader nelle emissioni di gas-serra responsabili del surriscaldamento globale, si schierano in prima linea per salvare il Pianeta e l’ambiente. Al Gore, 45° Vicepresidente degli Stati Uniti, è il paladino delle azioni politico-ambientali americane e nel 2007 guadagna l’Oscar per il documentario “una verità scomoda”, quella sull’emergenza climatica. Due anni dopo, nel 2009, entra in carica presidenziale Barack Obama che si impegna a far firmare da più di 200 Nazioni gli Accordi di Parigi, promuovendo la cosiddetta Cop21 (Oggi Cop25), la Conferenza ONU sui Mutamenti Climatici. Un passo indietro, invece, è stato fatto dal suo successore Donald Trump che arrivò a negare l’esistenza di queste problematiche. Oggi, il neo eletto Joe Biden sembra tornare sui passi di Obama puntando a raggiungere l’obiettivo “emissioni zero” entro il 2050.

L’Italia e le startup contro lo spreco alimentare

Alle iniziative green e pro Pianeta si aggiungono le iniziative delle startup anti spreco che il nostro Paese ha visto nascere anno dopo anno. Ogni anno, infatti, in Italia vengono buttate 1,3 miliardi di tonnellate di cibo ancora buono. E combattere lo spreco alimentare non significa solo limitare la formazione di rifiuti derivanti dagli imballaggi ma anche frenare le emissioni inquinanti delle fabbriche di produzione. Così il Paese si mette in gioco proponendo iniziative sostenibili e antispreco.

È un esempio la startup, lanciata in Italia nel 2019, che offre a prezzi simbolici cibo che altrimenti andrebbe gettato e che prende il nome di Too Good To Go, letteralmente “troppo buono per essere buttato via”. Oppure la startup milanese Bella Dentro che combatte gli sprechi ingiustificati di frutta e verdura che vengono scartati dalla grande distribuzione per motivi estetici e non di qualità; o MyFoody, l’app che segnala le offerte di prodotti in scadenza nei supermercati più vicini.

Niente più fumo o cenere grazie al riscaldatore di tabacco IQOS

Mentre sempre più persone nel mondo si avvicinano al tabacco riscaldato, la ricerca e lo sviluppo non si fermano. IQOS, infatti, raggiunge in questi anni il massimo della tecnologia con l’ultima evoluzione della Heat Control Technology. Grazie a questa, la lamina riscaldante interna, rivestita in oro e platino, può mantenere una temperatura costante del tabacco entro i 350°C. Un valore frutto di anni di ricerca e sviluppo, ideale per offrire il miglior gusto del tabacco restando al contempo molto lontano dal punto di combustione e dagli oltre 800°C che si generano in una sigaretta tradizionale.

Ed è proprio dall’assenza di combustione che derivano i tre vantaggi chiave di IQOS: l’assenza di fumo, cenere e odore persistente. Eliminati questi, oggi, resta solo il piacere di consumare il tabacco. Un grande vantaggio anche durante le feste di Natale che quest’anno verranno trascorse in casa praticamente da tutti. IQOS è quindi anche un perfetto regalo per chi non ama sentirsi, o sentire addosso di altri, l’odore del fumo.

Prodotto aggiunto al carrello

Your cart is empty

Find the IQOS that suits you best.

Compare models

Prodotto non privo di rischi. Destinato ai fumatori adulti
  • Italiano

Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti da utilizzare con tabacco e abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. I nostri prodotti da usare con appositi stick di tabacco non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. Gli stick di tabacco contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza. Uso riservato a soli adulti. Per maggiori informazioni visita la sezione Cosa Sapere di questo sito.