News / Tecnologia e società / Pollice verde e design d’interni per il benessere psicofisico, anche in smart-work
arredare con le piante

Pollice verde e design d’interni per il benessere psicofisico, anche in smart-work

Monstera Deliciosa, Pothos e Zamioculcas, sono alcuni dei nomi delle piante verdi da interno più amate dagli italiani. E le piante d’appartamento sono una soluzione perfetta per chi vive in città e non vuole rinunciare alla natura. Le piante non sono solo elementi di design originali ma anche alleate del benessere psicofisico, capaci di migliorare la qualità dell’aria - grazie al processo di fotosintesi che trasforma l’anidride carbonica in ossigeno - e ridurre lo stress. Lo conferma uno studio dell’American Chemical Society che afferma infatti che “i profumi di alcune piante possono aiutare a ridurre lo stress alterando l’attività dei geni e la chimica del sangue”. Ma anche lo studio condotto da un team di ricercatori dell’Università di Hyogo, sull’isola giapponese di Awaji, che dimostra come sia proprio il momento dell’interazione con la pianta a ridurre alcuni parametri che caratterizzano lo stato di ansia, come ad esempio la frequenza cardiaca.

Il pollice verde della green generation

I millennials, l’intera generazione che comprende i nati tra il 1981 e il 1996, amano le piante (58%) più dello shopping (27%) e anche più dei week end fuori porta (32%). A rivelarlo è una ricerca di Colvin, startup specializzata nella vendita di piante e fiori online, in collaborazione con GimmeLike, piattaforma che svolge questionari d’indagine sui millennials per le aziende.

Il sondaggio è chiaro, al 58% dei trentenni italiani piace acquistare piante e fiori e il 70% di essi lo fa fino a 4 volte l’anno. Il dato più interessante, però, riguarda il motivo dell’acquisto: quasi il 60% dei giovani che acquistano piante e fiori li compra per sé e per la propria casa, non per regalarli. Ma la green generation non è solo quella dei millennials. Anche per il resto della popolazione il verde in casa sta diventando un must. Per il design d’interni, che si tratti di uffici o abitazioni, le vere protagoniste dell’arredo sono, da qualche tempo, e le piante.

“pollice

Due i trend del 2021: lo stile “Urban Jungle”, che ricrea una giungla in casa composta da grandi piante tropicali, e l’arredo che impiega foglie, fiori e arbusti secchi, che non hanno bisogno di attenzioni e cure particolari. E i brand di design hanno già dato risposte a questa tendenza, come lo storico USM Haller, che ha creato per i suoi iconici contenitori modulari una linea di accessori in ferro adatti proprio per accogliere vasi di piante che prendono parte all’elemento di arredo stesso, creando così un forte contrasto tra le strutture lineari in metallo e le forme organiche delle piante.

Arredare la casa in modo originale: piante amiche del design d’interni

Scegliere di trasformare la propria casa in una giungla è solo uno dei modi per arredare con le piante gli ambienti in cui si vive e portare la natura dall’esterno all’interno. Per chi ama le piante e ha il pollice verde Le alternative sono molteplici: si possono scegliere cactus o piccole piante grasse come validi sostituti dei soprammobili, piante aromatiche per profumare la cucina, oppure veri oggetti di design come i terrarium. Si tratta di piccoli giardini sotto vetro, un ecosistema vivo e autosufficiente che richiede una coltivazione poco impegnativa, adatta quindi a chi ha ancora poca dimestichezza con le piante.

Ci sono poi i quadri vegetali stabilizzati, realizzati con particolari muschi, licheni e felci, e appositamente studiati per vivere privi di manutenzione. Alice del Grosso, plant trainer e terrarium artist, propone workshop a Milano per imparare a creare terrarium in autonomia e sul suo sito web “I giardini di Ellis” offre la possibilità di riceverne a casa già pronti, scegliendo dimensione e varietà di piante da collocare all’interno.

“terrarium

Non solo arredamento: benessere psicofisico grazie al pollice verde

Oltre ad avere un importante impatto estetico, è scientificamente provato che le piante portino alle persone innumerevoli benefici. Il neurobiologo italiano Stefano Mancuso, nel suo libro La Nazione delle Piante, racconta come riempire di piante gli ambienti in cui viviamo possa incidere positivamente sulla qualità della nostra vita, incrementando il benessere psicofisico e, allo stesso tempo, aiutando l’ambiente che ci circonda. Infatti, le piante hanno la capacità di assorbire CO2 e generare ossigeno, e alcune di queste sono in grado di farlo non solo di giorno ma anche di notte.

Ne sono un esempio Piante come la Sanseveria, le Orchidee, le Begonie o l’Aloe Vera, che rilasciano ossigeno anche quando fa buio. Inoltre, arredare con le piante può migliorare la memoria, combattere la depressione e stimolare le capacità mentali. Lo spiega uno studio dell’Università del Kansas condotto dalla Prof. Ruth Ann Atchely che ha dimostrato come immergersi nella natura, anche tra le mura domestiche, possa aumentare le capacità creative e di problem solving fino al 50%.

Una buona notizia in tempi di smart working!

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.
  • Italiano

Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti da utilizzare con tabacco e abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. I nostri prodotti da usare con appositi stick di tabacco non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. Gli stick di tabacco contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza. Uso riservato a soli adulti. Per maggiori informazioni visita la sezione Cosa Sapere di questo sito.