HAI DIMENTICATO LA TUA PASSWORD?

Torna al LOGIN

Torna al LOGIN
O
News / Donne & Game Changer / Donne game changer, tra eventi e social eating: Chanel de Lange
chanel de lange game changer

Donne game changer, tra eventi e social eating: Chanel de Lange

Le piace sperimentare con la stimolazione dei sensi, soprattutto del gusto, lavorare con elementi e culture di diverso genere. Adora osare, avere coraggio ed essere impavida. Chanel de Lange, Food & Wine Flowers Event stylist e imprenditrice di successo di Amsterdam, crea eventi in cui il sapore del cibo, le profumazioni dei fiori e i suoni dei luoghi lavorano in sinergia. È così che progetta feste ed esperienze culinarie di social eating capaci di sorprendere ogni volta in modo diverso.

Chanel de Lange, una game changer tra odori, gusto e colori

Chanel de Lange comincia a studiare Media stylist a soli 16 anni diventando la studente più giovane di sempre dell'Akademie Voque di Amsterdam.

Chanel sogna di lavorare con idee e creatività. Terminati gli studi, infatti, si lancia nel settore della cosmetica: “Essere store manager di un esclusivo negozio di profumi cosmetici all’interno del noto Conservatorium Hotel di Amsterdam mi ha aperto la strada, ma quel lavoro aveva troppo poco a che fare con la creatività: lavorare con le diverse profumazioni ha stimolato la mia percezione olfattiva, ma si trattava di un lavoro con il quale non potevo esprimermi liberamente”. Così Chanel de Lange decide di cambiare strada, anche a seguito di un episodio che la porta ad affrontare il periodo più intenso ma anche più importante della sua vita: “Ho avuto la Sindrome di Burnout che però mi ha reso quello che sono oggi. È stato allora che ho iniziato ad approfondire la mia passione per la cucina. Ho potuto usare appieno la mia creatività e mettere insieme tutto quello che avevo imparato negli anni: gli odori, il gusto, gli accostamenti di sapori, la preparazione di un piatto e l’allestimento di una tavola. Non ho mai smesso di aggiungere elementi. Ho poi introdotto anche composizioni floreali e candele e anche iniziato a lavorare per un fioraio. Il proprietario aveva una visione fantastica della vita ed è diventato un mio caro amico. Gli devo molto. Abbiamo visitato più volte l'asta dei fiori a Rijnsburg (Olanda) e da quel luogo ho imparato molte cose”.

social eating gusto

Come nascono le sue idee come event stylist?

“Per i miei eventi ho tre principali fonti di ispirazione: musei, giardini botanici e viaggi. Ho 2 abbonamenti: uno per i musei e l’altro per l'Hortus Botanicus, il giardino botanico di Amsterdam. Mi piace visitare giardini e musei da sola, in modo che ogni volta posso perdermi nei miei pensieri. E poi mi piace viaggiare, perché i viaggi influenzano moltissimo le mie creazioni. Adoro sentire nuovi odori e assaggiare nuovi sapori, degustare e sperimentare altre culture e usanze”.

C’è una città che l’ha colpita particolarmente?

“Ho a cuore l’Italia. Il mio compagno è di Roma e adoro visitare con lui le città italiane. Mi piacciono i colori e i sapori di tutta l’Italia ma la regione che più mi ha colpita è la Toscana. Qui, i suoni della natura mi ricordano il luogo in cui sono cresciuta: un piccolo villaggio chiamato Rozendaal nella provincia di Gelderland, nell'est dei Paesi Bassi. I miei genitori avevano una grande casa che come cortile aveva la riserva naturale De Veluwe, il posto più verde e più collinare dei Paesi Bassi. E nei Paesi Bassi non esistono colline!”

chanel event stylist

Quali sono le tematiche che sceglie per i suoi eventi di homeating?

La natura è meravigliosa e sfrutto le sue caratteristiche raccontandola da ogni punto di vista. La scorsa primavera ho progettato una cena privata stile homeating a tema “The Budding Spring". Il tavolo principale era ricoperto da una tovaglia nera che ho decorato: sopra c’erano vasi di vetro i che accoglievano narcisi profumati gialli e viola, tulipani, uva blu e giacinti. La portata principale era un tulipano commestibile su un letto di terra anche quella commestibile. Il tulipano in Olanda ha un’immagine negativa. Durante la seconda guerra mondiale molte persone nei Paesi Bassi mangiavano bulbi di tulipano per sopravvivere. Ho voluto osare, come adoro fare, perché penso che sia eccitante e sorprendente per tutti, non solo per me”.

Feste o eventi?

“Per me, e si spera per i miei clienti, ogni festa è un evento. E ogni evento è un'esperienza a cui non deve mancare il fattore WoW”.

Vincere premi e attirare le stelle del gusto

BREDA è un gruppo di ristoranti che promuove in modo originale il nuovo menu dell’anno. Si tratta di un progetto editoriale che attira l’attenzione degli Chef, anche quelli stellati, e Chanel de Lange è stata premiata e riconosciuta per un suo piatto, inserito nell’edizione 2020 del ricettario: "L'animella con acetosa e salsa di colatura era qualcosa che non avevo mai preparato prima. Non ne sapevo nulla, tranne che l'animella è carne di vitello. Ho cercato il significato di colatura e la sua provenienza e così ho scoperto che è un noto condimento italiano a base di acciughe fermentate con una particolare lavorazione su strati di sale in botti di legno e questa preparazione mi ha ispirata per la presentazione del piatto”.

Social eating: in barca lontano dal virus

“A causa della pandemia mi sono ritrovata con l’agenda vuota. Nessuna festa, nessuna cena privata, nessun evento in programma. Allora ho iniziato a cucinare piatti a domicilio per il quartiere insieme al mio compagno. Abbiamo realizzato alcuni volantini e in poco tempo sono arrivati i primi ordini. Inoltre, cosa che non ci aspettavamo, è stata un’utilissima pubblicità per farci conoscere dal vicinato. E non è una cosa scontata per una grande città come Amsterdam”. Non solo, Chanel, durante il periodo di quarantena ha avuto anche una bellissima ispirazione che ha cambiato il suo modo di presentarsi. Ora infatti, ha una collezione di barche sulle quali organizzare eventi e cene private, una sorta di social eating ma a numero ristretto: “Durante una passeggiata ho visto che c'erano molte piccole e graziose barche saloon sparse per i canali. Ho subito pensato che una barca del genere potesse essere il luogo perfetto per una cena a prova di Coronavirus. Ho chiesto informazioni, ho preso i contatti della compagnia di navigazione e da allora organizzo cene e aperitivi a bordo delle loro berline”.

chanel event stylist

Cibo, vino e fiori ci faranno superare questo periodo?

“Mangiare e bere è necessario, ma mangiare e bere insieme è la base della socialità e delle relazioni: si incontrano persone, si ride e si piange insieme. Ma soprattutto ci si sostiene a vicenda. Purtroppo il Coronavirus ha portato via molti di questi momenti. Una cosa è certa: dal momento in cui avremo il Coronavirus sotto controllo, del buon cibo con un bicchiere di vino e un bel bouquet sulla tavola non ce lo toglie nessuno!”.

Prodotto aggiunto al carrello

Your cart is empty

Find the IQOS that suits you best.

Compare models

Prodotto non privo di rischi. Destinato ai fumatori adulti
  • Italiano

Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti da utilizzare con tabacco e abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. I nostri prodotti da usare con appositi stick di tabacco non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. Gli stick di tabacco contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza. Uso riservato a soli adulti. Per maggiori informazioni visita la sezione Cosa Sapere di questo sito.