News / Made in Italy / La grande bellezza: il design made in Italy
storia del design italiano

La grande bellezza: il design made in Italy

Il design made in Italy permea ormai così diffusamente la nostra quotidianità che quasi non ci rendiamo più conto della bellezza e dell’unicità di tanti oggetti generati nel corso del tempo dalla creatività di talenti italiani, che siano nati da matite prestigiose o da uffici tecnici poco importa. Ma cos’è il design e quando si è trasformato in ciò che è oggi? Qual è il contributo del nostro Paese?

Il Museo del Design della Triennale di Milano ospita una collezione permanente di oggetti che unisce nel suo percorso storico le cosiddette icone agli everyday object. Si tratta degli oggetti che hanno modificato un modo di fare e di vivere, perché tutto è design . Dalle poltrone ai contatori elettrici, dalle macchine da scrivere ai bicchieri, tutto è stato pensato e disegnato da qualcuno e portato alla luce, se con materiali preziosi o poveri non ha importanza.

design made in italy

La corrispondenza tra lo sviluppo economico e il fermento culturale post bellico tra gli anni ’20 e ’30, ha mutato l’Italia, un paese che ha sempre avuto nel suo DNA il “saper fare” artigianale di altissima qualità. L’attenzione a forme e materiali, la commistione tra arte e mestieri antichi, innestate negli ingranaggi della nuova rivoluzione industriale e sfrondate delle complesse leziosità dell’art nouveau, spinte verso un futuro più dinamico e democraticamente accessibile: queste sono le radici dei grandi maestri del design italiano, primo fra tutti il milanese Gio Ponti .

Il padre dei grandi designer italiani: Gio Ponti

Nato nel 1891, Ponti ha portato avanti una carriera durata sessant’anni, fatta di architettura, industrial design, arte e scrittura : Domus, una delle riviste di architettura più prestigiose, è infatti una sua creatura, così come lo sviluppo definitivo della Triennale di Milano. Definirlo solo un designer è restrittivo e la sua continua ricerca ha dato forma a edifici ed oggetti molto diversi tra loro. Dalla villa Ange Volant del 1928 al grattacielo Pirelli del 1961, dalle ceramiche Richard Ginori agli arredi di Knoll, Artemide, Poltrona Frau e Cassina. La sua sedia Superleggera è un classico del design made in Italy, razionalista ed evocativa, con quel nome che richiama le magnifiche vetture sportive italiane.

design italiano

Il design italiano della velocità

Sarà stato il Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti o le forme dinamiche di Boccioni , ma il secondo pilastro del design italiano è quello delle auto: auto veloci, eleganti, senza tempo . I nomi che hanno fatto la storia del design automotive mondiale sono italiani, legati a doppio filo ai marchi più desiderati quali Ferrari e Lamborghini. Pininfarina, Giugiaro, Bertone, Scaglietti, Zagato, per un appassionato d’auto è come parlare degli dei dell’Olimpo. Maestri di stile che per più di mezzo secolo hanno usato creatività, innovazione e capacità d’esecuzione che oggi appaiono aliene. È grazie al loro lavoro che i valori estetici e tecnologici hanno reso il design italiano geniale e iconico , influenzando le tendenze del car design in ogni parte del globo. Basti pensare che la Ferrari GTO del 1962, disegnata da Bizzarrini e Scaglietti, nel 2018 ha battuto ogni record di vendita all’asta, con un prezzo finale di 48,4 milioni di dollari. Un prezzo equo per un opera d’arte su ruote.

Fashion design made in Italy

Se si parla di influenza globale nello stile, è quasi parossistico parlare dei designer e dei brand della moda italiana . Armani, Gucci, Prada, Versace, Ferragamo sono le parole che ci accolgono all’estero quando raccontiamo di essere italiani, di solito accompagnate da sguardi sognanti. Nonostante il fast fashion e la parabola produttiva off shore, i grandi marchi stanno facendo rientrare in Italia la manifattura dei loro preziosi capi, perché la qualità delle materie prime e una produzione attenta è sinonimo di lusso, a costo di restringere una produzione spesso eccessiva e poco ecosostenibile, come affermato qualche mese fa da Giorgio Armani in una lettera aperta al Women’s Wear Daily.

grandi designer italiani

In un corto circuito tra arredo e moda, ispirandosi al design pop di Ettore Sottsass e ai suoi colori vibranti, si inserisce il nome di ”Sara Battaglia”, designer emergente di Milano, inclusa da MF Fashion magazine nella selezione di “The Next 100 Italy” come una delle persone che avranno un impatto futuro nel panorama della moda.

Questo prodotto non è privo di rischi e fornisce nicotina che crea dipendenza. Solo per maggiorenni che altrimenti continuerebbero a fumare o ad usare altri prodotti con nicotina.
  • Italiano

Inserisci mese e anno di nascita per confermare di essere un maggiorenne fumatore o utilizzatore di altri prodotti contenenti nicotina.

Conferma

Questo sito è destinato solo a maggiorenni fumatori o utilizzatori di altri prodotti contenenti nicotina

We Care

Questo sito contiene informazioni sui nostri prodotti da utilizzare con tabacco e abbiamo bisogno della tua età per accertarci che tu sia un maggiorenne in Italia che continuerebbe a fumare o a usare prodotti contenenti nicotina. I nostri prodotti da usare con appositi stick di tabacco non sono un'alternativa allo smettere e non sono concepiti come strumenti di supporto alla cessazione. Non sono privi di rischi. Gli stick di tabacco contengono nicotina, sostanza che provoca dipendenza. Uso riservato a soli adulti. Per maggiori informazioni visita la sezione Cosa Sapere di questo sito.